Il divorzio per una famiglia con dei bambini ha degli aspetti positivi e degli aspetti negativi.
Essendo un esempio vivo di due genitori divorziati, vorrei condividere con te il mio punto di vista.

Avevo soli 2 anni quando il matrimonio dei miei è finito in tribunale perchè mio padre ha scoperto di aspettare un bambino da un’altra donna. Io e mia mamma siamo rimaste a Cracovia mentre papà è tornato alla città d’origine, Varsavia.

Lo vedevo una volta ogni tanto, di solito quando si tenevano le udienze per gli alimenti. Ogni volta interpretava bene il suo ruolo da Babbo Natale, quello buono, con i regali, con il sorriso e tutto l’affetto del mondo. Poi è sparito per un paio di anni e io ho continuato a vivere con mia mamma che interpretava il ruolo del Poliziotto Buono e di quello Cattivo.

Per tutta la mia infanzia, consciamente stavo alla grande! Sempre sorridente, sempre con tanto amore intorno, sempre con la positività e la forza di andare avanti e godersi la vita. Il mio inconscio, però, ha assorbito non tanto la mancanza di un padre ma l’abbandono, che mi ha portato a una competizione interna e inconscia con gli altri suoi due figli. Anche se non li conoscevo di persona mi chiedevo: perchè aveva scelto loro? Mi sentivo (inconsciamente) inferiore, credevo di valere di meno, di essere meno amata, di essere abbandonata… Ho vissuto tutte queste sensazioni profondamente, seppellendo le emozioni negative nei cassetti più profondi del mio IO. Il mio inconscio le trattava come le scatole di Pandora che, una volta aperte, rivelavano serpenti orribili e velenosi! Questi mostri mi hanno fatto compagnia per quasi tutta la vita: rovinavano i miei rapporti intimi, aumentavano la mia gelosia, mi portavano a costruire intorno a me un muro di protezione che non permettevo a nessuno di superare.

Per fortuna tutto questo oggi non esiste più perché da cinque anni ho cominciato il mio percorso di crescita personale, ho acquisito strumenti di coaching superficiali e più profondi e, essendo sopratutto una coachee, ho conosciuto me stessa, ho scoperto come funziona la mente umana, ho cominciato una nuova vita e oggi aiuto tante altre persone a fare lo stesso.

Quindi la mia storia è andata benissimo, ma è successo perché volevo cambiare ciò che internamente mi disturbava, per riuscire ad avere la vita felice che ho sempre sognato. Per fortuna non ho vissuto litigi, momenti di aggressione, violenza o silenzi freddi tra i miei genitori che possono essere anche peggio di una tempesta.

E quindi il divorzio fa bene o fa male ai bambini? Penso che tutto dipenda dalla consapevolezza dei genitori. Spesso gli adulti credono che ai bambini non c’è bisogno di spiegare nulla. Invece la mente umana lavora nello stesso modo nonostante l’età e deve ottenere per forza un PERCHE’, un motivo per il quale quella situazione sta accadendo. I genitori non dovrebbero spostare la loro guerra sulle emozioni del loro bambino, ma dovrebbero spiegare la situazione nel modo più adatto all’età (per i bambini piccoli fino a 5/6 anni ci vuole una metafora, una fiaba, perchè la loro mente conscia ancora non si è sviluppata). Sicuramente per un bambino stare tra due fuochi, ascoltare le urla o vivere i silenzi senza vedere e percepire amore, provocherà ferite profonde. Ma altrettanto pericoloso può essere crescere senza un papà, come è capitato a me anni fa. In entrambi casi, da adulti si dovrebbe decidere di affrontare questi draghi del passato per poter finalmente stare bene qui e ora e vivere il futuro come lo si desidera.

Dal momento che da oggi i divorzi come i matrimoni sono entrati nella corsa della vita da fast food, credo profondamente che esista un’unica soluzione in tutto ciò: prima che due persone si uniscano con la speranza di diventare un’unica anima dovrebbero fermarsi un attimino per conoscere se stessi, per trovare il proprio equilibrio, per provare ad amarsi prima di provare ad amare gli altri, per evitare situazioni in cui l’amore scappa e lascia il posto ai tradimenti, ai litigi, alle crisi, alla mancanza di desiderio, alla mancanza di comunicazione e alla fine al divorzio…

Se oggi stai affrontando una situazione difficile nel tuo rapporto di coppia contattami e prenota una sessione gratuita di 30 minuti di coaching. E’ il mio regalo per te!

A presto,

Daga