Tutti siamo egoisti, ma mettiamo centinaia di maschere ogni giorno per nascondere questo aspetto. Perchè? Perchè qualcuno ci ha spiegato che l’egoismo è una brutta cosa.

L’egoismo è davvero così scandaloso e mal visto? Provo a rispondere a questa domanda.

Quando eravamo piccoli, ci dicevano che dovevamo dare tutto agli altri, che dovevamo fare le cose per gli altri, che dovevamo stare vicini alla famiglia per sempre, che dovevamo questo o quello. Noi da piccoli gli abbiamo creduto (per non venire criticati o  giudicati: Non fare il cattivo!, Non si fa così!, Guarda la tua cuginetta/fratello che si comporta meglio di te!) e cominciavamo dedicare la nostra vita agli altri in modo automatico per essere considerati “buoni”. In un certo momento come effetto yoyo siamo arrivati esplodendo dentro e gridando: “Basta, non ce la faccio più!”.  Ci siamo resi conto che ci siamo dimenticati di noi stessi e, dunque, basta pensare agli altri! Da ora in poi facciamo i cavoli nostri, acquistiamo le cose solo per noi, ci facciamo lo shopping di continuo, consumiamo, consumiamo, consumiamo. Questa è la nostra “ombra” come direbbe Carl Gustav Jung, cioè la parte oscura nascosta dentro di noi. Più grande è la Maschera/Persona che portiamo sulla nostra faccia, più grande è l’ombra che nascondiamo dentro! E di conseguenza rifiutiamo di dedicare la nostra vita agli altri. E qui si crea una trappola! Perchè lo scopo della vita è proprio vivere per gli altri, ma in maniera equilibrata. Per poter essere altruisti prima dobbiamo imparare ad essere egoisti! Fino a quando non sappiamo per esempio, che cosa significa sulla nostra pelle ricevere e ci concentriamo solo su cosa significa dare, pensare di amare gli altri senza amare noi stessi, curare e coccolare gli altri e non fare nessuno svago  a noi stessi….MAI, ma mai non potremo nè dare nè ricevere AMORE.

Che cosa è  l’AMORE? Amore è LIBERTA‘. E la stessa cosa che ci ha dato Dio. Un libero arbitrio. Una libera scelta, per la quale siamo responsabili solo noi. Quindi AMORE non significa di sicuro limitazione. Tutti parlano di amore, di voler essere amati e di trovare una persona da amare. Ma se per prima limito me stessa ovviamente sono portata a limitare anche gli altri.

Quindi ti faccio una domanda:

1/Ami te stesso? Ti senti una persona che non si pone dei limiti? Vivi senza preoccupazioni? Hai fiducia in tè?

Mi potresti dire: – Scusa? Non devo avere nessun  limite? Vuol dire che posso anche uccidere qualcuno o fare una rapina? Vuol dire che posso tradire mia moglie o un mio amico?

Si e No. Voglio dire che se hai già lavorato con te stesso, hai una consapevolezza più elevata di te, hai conosciuto le tue emozioni negative e hai lavorato su di loro, in questo caso non hai bisogno di nessuna guida di ciò che è “buono” o “cattivo”. Quando conosci l’amore verso tè (in poche parole TI AMI)  per la maggior parte prevalgono in te le emozioni positive e nessuno ti deve indicare se uccidere o rubare è una cosa “giusta” o “sbagliata” perchè dentro di te lo sai già. Quindi si, sei libero di fare tutto ciò che vuoi fare, perchè sei proprio consapevole delle conseguenze e sopratutto sei padrone delle tue AZIONI (volute) piuttosto che REAZIONI (istintive).

Se la tua risposta è NO, ti consiglio di  fermarti qui e cominciare a dedicare il tuo tempo a conoscerti, accettarti e amarti. Poi, sarai pronto ad amare gli altri. Ovviamente è solo un consiglio, perchè sei sempre libero di scegliere per te.

Se invece la risposta è SI, ora ti faccio un’altra domanda: come dimostri di amare a te stesso? Se cerchi di avere delle “conferme” dell’amore del tuo partner, cerchi le sue dimostrazioni di “quanto e come” ti ama, fai la stessa domanda a te stesso: COME E QUANTO DIMOSTRI AMORE VERSO TE STESSO?  Se non sei in grado di rispondere a questa domanda penso, purtroppo, che non ti ami…o non abbastanza!

 

L’amore è libertà, è la fiducia nei tuoi confronti e nei confronti degli altri.

Se invece sei una persona che chiama mille volte al giorno il “Suo” partner:

“amore, che fai…?, amore, perchè non mi rispondi?, amore dove eri 10 minuti fa?, amore ho visto che hai letto il mio messaggio ma non mi hai risposto ancora…”,

…o se vuoi avere il tuo partner, i figli o gli altri sotto il tuo totale controllo significa che ti comporti  come tutto ciò che critichi, come un “egoista cattivo”!. Tratti gli altri come se fossero una tua proprietà. Ma questo atteggiamento non ha niente in comune con l’amore e con la libertà. Potresti dire: – “ma non mi fido di lui, lei!”  ok, lascialo, lasciala! e gira lo specchio verso te stesso, fai un lavoro per aumentare la tua autostima, comincia a voler trovare l’amore verso te, in modo da potere attirare ciò che desideri davvero. Se invece non farai nulla, sempre, ma sempre otterrai soltanto ciò che  “riflette” te stesso.

Qualcuno ha detto una volta: Non esiste un egoismo sano e uno non sano. L’egoismo è egoismo! E’ vero, l’egoismo è una concentrazione su noi stessi, ma il risultato di esso dipende di quello che prevale dentro di noi.

L’egoismo “sano” è una consapevolezza di sè. E’ educazione di noi stessi, apprendimento di chi siamo, di quali sono i nostri bisogni, di quali sono le emozioni che prevalgono in noi e come le possiamo gestire in maniera conscia. Quindi è una cosa positiva, con la quale dovrebbe partire la nostra educazione per poter imparare un passo successivo: l’altruismo.

Non parlo di un Narciso che pensava di amarsi, ma davvero non si amava per niente. Era concentrato su se stesso per essere visto come una persona migliore negli occhi degli altri. Ma questa è paura e non amore e fiducia in sè. Soltanto un vero egoista, quello che conosce il proprio sè, può essere un vero altruista, perchè capisce i bisogni degli altri basati sulle proprie esperienze con se stesso.

Tutti abbiamo nelle nostre teste un campanello che ci dice che l’egoismo è una cosa cattiva, e grazie a questa bugia collettiva nessuno vuole essere visto come una persona “cattiva” e ogni lavoro su se stesso automaticamente/inconsciamente viene rifiutato.

L’inconscio vorrebbe essere cambiato, pulito, trasformato, ma le convinzioni inculcate nelle nostre teste in maniera collettiva collegano ogni piccola concentrazione su noi stessi come un atto di “egoismo cattivo”.

Quando ami te stesso, sai come curarti psichicamente e fisicamente e solo così puoi attirare un amore vero. Solo chi rispetta il proprio spazio vitale può capire che anche tu ne hai bisogno, chi conosce i suoi bisogni riesce a capire anche  i tuoi. Più conosci te stesso, più puoi fare una scelta conscia di chi vuoi essere.

L’amore vero, puro e profondo è proporzionale alla consapevolezza di chi sei davvero, di chi scegli di essere (o agire dalle emozioni negative come paure, rabbie, oppure dalle emozioni positive come amore, fiducia, sicurezza, verità). Ma per conoscere te stesso devi proprio fermarti, e voler diventare un egoista che da ora in poi si concentrerà sulla ricerca di chi E’ OGGI per un miglior DOMANI.

 

Mi farebbe piacere conoscere anche la tua opinione. Aspetto il tuo commento 🙂 grazie!