Sono appena tornata dall’evento di Anthony Robbins “The Way Ahead”. 8000 partecipanti, aspettative diverse, persone diverse. Sono andata a vederlo con l’ottica di un Trainer, un Coach, un Motivatore…di una collega insomma! 🙂

Ho letto il primo libro di Robbins “Awake the gigant within” circa 20 anni fa. Da questo momento ho avuto fame di scoprire sempre qualcosa di nuovo, qualcosa di affascinante in ogni essere umano che oggi mi ha portato ad essere dove sono. Neanche nei miei sogni avrei pensato di incontrare Robbins nel mio paese dove, grazie alla traduzione simultanea ho avuto la possibilità di ascoltarlo attentamente.
Dopo aver confrontato opinioni positive e negative su come sono fatti i suoi corsi, ecco la mia recensione! 🙂

Tante persone parlano oggi di PNL (Programmazione Neuro Linguistica). Tante la criticano, hanno paura, non la capiscono, ma la maggior parte non sa COSA È davvero. Come qualcuno che non ha mai assaggiato una cosa e già rifiuta il gusto spiegando a tutti che non gli piace.

Se non hai idea di cosa sia la PNL trova un buon corso e sperimentalo! Evita all’inizio i brevi corsi online, perché senza provare di persona non capirai nulla!

Durante la prima mezza giornata il “GIGANTE” (non è solo per dire perché ha 201 cm di altezza 😉 ) ci ha insegnato come costruire gli stati emotivi. Ovviamente con i suoi famosi “SAY YES!” e “SAY I!” e con il battito delle mani, che serviva per sincronizzare tutti insieme e unirci in gruppo. Questa è la sua tecnica principale: per imparare qualsiasi cosa e ottenere ottimi risultati devi entrare in uno stato emotivo chiamato CONDIZIONI OTTIMALI. Si tratta di uno stato di piena energia in cui la tua mente è aperta e predisposta ad imparare e a fare cambiamenti giganteschi. E’ scientificamente provato che mentre facciamo qualcosa di monotono, ogni 20 minuti dovremmo cambiare il nostro stato emotivo e mentale per ottenere un migliore apprendimento. Ad ogni modo questo stato si può ottenere facendo due cose: cambiando la FISIOLOGIA ed essendo CONCENTRATO soltanto su quello che VUOI e non su quello che NON VUOI.

Tony ci ha detto che se vogliamo essere efficaci nelle nostre azioni dobbiamo saper gestire la nostra energia. Sicuramente la otteniamo mangiando e dormendo ma soprattutto la prendiamo dal nostro stato CORPOSO, cioè dalla nostra postura, del respiro, ecc. (nota bene che spesso per cambiare stato basta davvero poco: aprire le spalle, alzare la testa, ecc.)

Durante la full immersion di due giorni ho “re-imparato” delle grande lezioni che voglio condividere con voi:

LEZIONE 1: Se vuoi prendere ottime decisioni e avere gli ottimi risultati devi cambiare il tuo stato fisiologico (cambiare la tua postura) in modo da ottenere le condizioni fisiche ottimali. Per questo serviva il “divertimento” in aula.

Poi, ci sono 3 decisioni che dovresti prendere, 3 cose sulle quali dovresti concentrarti:

CHE COSA vuoi fare?

PERCHÉ’  lo vuoi fare?

COME lo farai?

Abbiamo dedicato pure del tempo su come ottenere i risultati desiderati, su come realizzare i propri sogni.

LEZIONE 2: se vuoi ottenere qualcosa in un settore (finanze, amore, salute, carriera, ecc.) trova qualcuno che è già riuscito a ottenerla e impara da lui/lei. Nella PNL lo chiamiamo il MODELLING (imitare +/-). E’ una delle tecniche più forti che ci fa risparmiare tempo e raggiungere l’obiettivo evitando gli errori e il tempo già perso da altri. Come dice Tony: “Gli ottimi risultati sono un effetto delle esperienze, le esperienze sono un risultato delle decisioni sbagliate”. 

Una delle più fruttuose lezioni di questo weekend riguardava la parte dedicata ai nostri 6 bisogni sostanziali, dai quali dipende l’efficacia nella comunicazione e nella vendita:

La sicurezza – la stabilità

L’insicurezza – la sorpresa/la diversità

La sensazione di valere – di essere speciali

I legami/Far parte del gruppo – Il rapporto con gli altri

Lo sviluppo – “se non ti formi ti fermi”, in altre parole essendo parte della natura o cresci con essa o muori.

Dare un contributo al mondo – la tua partecipazione nel mondo, il tuo aiuto per gli altri

A questo punto abbiamo parlato della piramide di Robert Dilts che sicuramente conosci o conoscerai dai corsi sulla PNL.

Abbiamo ricostruito la piramide dei campioni e la ruota della vita (concetti base di coaching), ma le abbiamo studiate in un modo diverso. Secondo me in modo più completo che per tanti rimarrà “stampato dentro” e sarà più efficace.

Una delle cose più belle che abbiamo fatto è stato un esercizio in cui dovevamo scoprire e ricostruire la nostra IDENTITÀ, il nostro marchio e ciò chi vogliamo essere da ora in poi. La mia identità come un’insegnante, un’ispiratrice, una coach è venuta fuori così:

“Conoscendo i tuoi problemi saprò aiutarti a risolverli, perché sono simili a quelli che ho vissuto nel mio passato. Farò di tutto per farti scoprire le soluzioni, perché conosco le strategie e le voglio condividere con te per aiutarti vivere alla grande!”

LEZIONE 3: descrivi la tua IDENTITÀ, perché grazie a questa i tuoi clienti daranno un’identità ai tuoi prodotti e proprio lei deciderà il tuo successo.

Abbiamo parlato anche di come possiamo cambiare la nostra storia personale, per evitare di soffrire. Ci ha spiegato le radici della depressione e dei suicidi. Ha descritto tutto utilizzando un modello chiamato la ricetta della sofferenza. Questa dice che i modelli presi dai nostri genitori ci limitano e ci portano a sentire che non ce la faremo a cambiare nulla nella vita. Il modello è una parte della programmazione nel nostro cervello che utilizziamo tutta la vita inconsciamente.

LEZIONE 4: Il dolore non è evitabile, ma la sofferenza è solo una nostra opzione. Hai una scelta: puoi colpevolizzare chiunque, puoi dare la colpa a tutto ciò che succede, puoi anche essere crudele e masochista con te stesso, ma così entri nel ruolo della vittima. In alternativa puoi cambiare il tuo ambiente o meglio: i tuoi modelli di vita e le tue convinzioni. Puoi farlo tramite le tua fisiologia oppure cambiando il soggetto sul quale ti stai concentrando. Questo è geniale! Ma i miei clienti lo sanno già! 🙂

Abbiamo imparato come cominciare (avere la motivazione dal) e abbiamo parlato di tanti aspetti inevitabili su come creare e far crescere un business.

Durante l’intero percorso hanno dominato all’80% le tecniche di base della PNL, ma nonostante ciò ho ottenuto un sacco di conoscenze, di valori e di esperienze in più. Forse perché noto cose che tutti gli altri non riescono a notare…o forse perchè voglio imparare da chiunque sia arrivato nella sua vita ad essere un campione.

Grazie a questa carica so che posso toccare il cielo! Grazie Tony, come hai detto “da oggi in poi la tua vita non sarà mai la stessa” e la penso esattamente così!

Se in passato avete partecipato a qualche corso di Anthony Robbins condividete per favore le vostre opinioni. Grazie!